I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

Milano Pride 2018: «dobbiamo esserci»

di Giovanna Donini
| Eventi | 0 commenti

Perché scendere in piazza il 30 giugno insieme al Movimento LGBTI

Quello che so è che dobbiamo esserci.

Quello che so è che ci saranno tutti quelli che si oppongono a neofascismi e alla propaganda dell’odio.

Quello che so è che il 30 giugno 2018 le associazioni del Coordinamento Arcobaleno di Milano scenderanno in piazza “per denunciare come ancora oggi viviamo in un contesto sociale, politico e culturale in cui, spesso, alcune parti della società ci appaiono costantemente attive a promuovere odio e divisioni. La logica dietro questa propaganda, sempre più diffusa sia a livello nazionale che internazionale, è quella di individuare e stigmatizzare intorno a sé dei nemici. Spesso il nemico è individuato nella persona migrante, in quella omosessuale, lesbica, transgender, bisessuale, intersex, asessuale, in chi possiede un diverso orientamento politico o professa una differente religioni.” (Dal Documento Politico del Milano Pride 2018).

Quello che so è che Smemoranda c’è sempre quando si tratta di manifestare amore e pace e, in particolare, allora ci sarà questa volta.

Quello che so è che questa volta io ci sarò non solo perché sono orgogliosa di essere io, ma più che altro perché sono contro chi odia e discrimina e mai come quest’anno sento il bisogno di abbracciare, amare, manifestare, lottare, gridare AMORE. Si, perché io amo, noi amiamo e se per voi chi ama è strano, per me chi odia è penoso.

Quello che so è che sono valdese, cristiana, credo in Dio e questa volta credo che ci sarei stata anche se io non fossi io. Perché qualcuno in questi giorni odia, agisce e parla in nome di Dio, ma sembra essersi dimenticato che Dio è Amore.

Quello che so è che NOI SIAMO TANTI.

Quello che so è che NOI SIAMO STANCHI di vedere (e) subire ingiustizie, MA non smetteremo mai di lottare e per questo ANDIAMO AVANTI.

Quello che so è che NOI ESISTIAMO. Infatti per questa ragione come TUTTI (oddio si fa per dire) paghiamo le tasse, giusto?

Note: sì, questo pezzo è scritto di pancia.

Per saperne di più

Per conoscere tutte le date del Pride 2018: http://ondapride.it/pride-2018/

0 Commenti

Scrivi un commento

Devi essere registrato per potere scrivere un commento.

Hai già un account Smemoranda?

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati
Advertisement