I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

CinemAmbiente XXI

di Laura Giuntoli
| Eventi | Cinema e Tv | 0 commenti

Il futuro tra scienza e tecnologia a Torino dal 31 maggio al 5 giugno

Ambiente e tecnologia, si sa, ormai sono legati a filo doppio. Cosa ne sarà del nostro Pianeta dipende dall’evoluzione della scienza in materia di tutela ambientale, dallo sviluppo di modelli produttivi ecosostenibili, da come riusciremo a prevedere i cambiamenti futuri del nostro habitat. Sono questi i temi al centro della XXI edizione di CinemAmbiente, il festival dedicato alla cinematografia ambientale internazionale nato a Torino, organizzato dall'Associazione Cinemambiente e dal Museo Nazionale del Cinema. Dal 31 maggio al 5 giugno saranno proiettati i 118 film selezionati tra gli oltre 3200 iscritti, suddivisi nelle quattro sezioni competitive del Festival – Concorso internazionale documentari, Concorso internazionale One Hour, Concorso documentari italiani, Concorso internazionale cortometraggi – e nella sezione Panorama, riservata ai film fuori concorso. Alcune pellicole vengono da lontano, da piccoli paesi del Sud Est Asiatico o dell’Africa, a dimostrare che l’ambiente è un tema che ci connette tutti, e grazie al cinema attraversa il globo affrontato da punti vista differenti, ma lasciando sempre al centro le grandi questioni del nostro tempo. Come il cambiamento climatico (a cui è dedicato il film di apertura “Anote’s Ark” del canadese Matthieu Rytz, girato alle isole Kiribati), la salvaguardia delle foreste (“The Ancient Woods” del biologo Mindaugas Survila),l'industria alimentare globale (il francese “L’Empire de l’or rouge ” sulle filiera del pomodoro e “The Milk System” dell’italiano Andreas Pichler), la protezione degli animali selvatici (“The Last Animals”, della fotografa di guerra statunitense Kate Brooks, o l’iraniano “ Ranger and Leopard ”) e l'inquinamento degli oceani (“Blue”, dell’australiana Karina Holden).

Novità di questa XXI edizione: CinemAmbiente Junior, una sezione speciale nata per sensibilizzare le nuove generazioni sul tema dell'ecologia. Si tratta di un concorso per cortometraggi a tema ambientale realizzati dai bambini e dai ragazzi delle scuole, più un ciclo di proiezioni e laboratori in corso dal 3 maggio.

Come da tradizione, la manifestazione si chiuderà con la Giornata mondiale dell'ambiente, che quest'anno è dedicata al tema della lotta alla plastica monouso. CinemAmbiente infatti aderisce alla campagna internazionale di mobilitazione #BeatPlasticPollution. If you can't reuse it, refuse it che invita ad evitare l'uso e la messa in circolo di oggetti in materiali plastici.

Tra i media partner di CinemAmbiente c'è anche la Smemo!

Per saperne di più

Il programma di CinemAmbiente.

CinemAmbiente

0 Commenti

Scrivi un commento

Devi essere registrato per potere scrivere un commento.

Hai già un account Smemoranda?

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati
Advertisement